Le meraviglie del tè siciliano

Nel suo decotto ai “Fiori di Sicilia” ci sono 23 ingredienti che raccontano l’Isola attraverso i suoi profumi originari, un po’ come l’infuso che un tempo si usava per pulire le botti in cui veniva conservato il vino.
I e le tisane che Salvatore Pellegrino produce a Raddusa, non lontano da Catania, nei suoi due ettari a coltura biologica, entrano a La Foresteria Planeta in linea con una sempre più attenta e rigorosa selezione di prodotti e produttori che traggono il meglio dalla nostra terra, prestando attenzione alla sostenibilità e al recupero delle tradizioni.

salvatore-pellegrino-casa-del-te-1
casadelte5
casadelte3

E se la coltivazione del tè in Sicilia può davvero dirsi una tradizione, dato che risale al 950 d.C. (anche se sono davvero in pochi ad averla conservata e tutelata), nella sua Casa del Tè di Raddusa Salvatore Pellegrino ne sta sperimentando la contaminazione con la cultura orientale.
Pasticcere, erborista, cerimoniere del tè, Salvatore è partito da qui quando non aveva ancora vent’anni e, dopo aver servito migliaia di tè nei migliori hotel e ristoranti di Londra e Parigi, ha deciso di partire per la Cina e studiare questo magico universo fatto di lavoro nelle piantagioni, sì, ma soprattutto di riti solenni legati alle storie degli Imperatori, ognuno dei quali ha stabilito il proprio protocollo di servizio.

salvatore-pellegrino-casa-del-te-2
casadelte4
casadelte2

Tutto il fascino di questi cerimoniali si respira subito, appena ci si toglie le scarpe e si varca la soglia del museo della Casa del Tè, che Salvatore Pellegrino – una volta tornato a Raddusa – ha messo su all’ultimo piano della sua “insospettabile” casa familiare all’ingresso della città, a due passi da quella che un tempo era la dolceria dei suoi genitori e dalla piantagione dove ora sogna di costruire una pagoda della pace circondata da un giardino zen. Qui vive la sua doppia vita: al mattino insegnante di cucina all’istituto alberghiero, al pomeriggio insegnante di yoga e guida spirituale delle cerimonie, che possono durare fino a otto ore, tra il bagno nel tè nella vasca birmana, le degustazioni e la meditazione.
Oltre a essere il più grande collezionista di tè prodotti nel mondo – dai suoi lunghi viaggi ne ha portati a casa ben 620 – Salvatore produce un’incredibile varietà di tè siciliani, coltivando oltre 2 mila piante officinali.

casadelte
casadelte0

Per i nostri ospiti ne abbiamo scelti otto, tra tè e tisane. Il tè nero con la scorza di bergamotto, versione siciliana del classico Earl Grey, il tè verde con la buccia di mandarino tardivo, quello coi fiori di sambuco e il Mah-ba-dom, il freschissimo tè con la menta Nanà marocchina. E poi il tè verde ai Frutti di Sicilia, con rosa moscata, fiordaliso, lippia polistachia, la tisana ai Fiori di Sicilia, quella ai Fiori dell’Etna, particolarmente aromatica e balsamica, e la camomilla siciliana.

I nostri ospiti ne vanno già golosi!
E il nostro chef Angelo pare li stia provando anche per fresche marinature estive…

te-e-tisane
te-marinature

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+Pin on Pinterest