Il Macco di Fave secondo Diego Planeta

IMG_7830

Il vino per mestiere, la cucina per passione: a Casa Planeta ogni momento è buono per condividere il piacere ci preparare i nostri piatti preferiti secondo le ricette di famiglia. Questo buonissimo macco di fave ce lo ha preparato direttamente Diego Planeta, come piace a noi: disteso caldo su fette di ricotta fredda… un piatto irresistibile, da gustarsi in veranda, sotto il sole caldo della primavera siciliana!

ingredienti
per 4-6 persone
250 g di fave modicane sgusciate
400 g di erbe selvatiche di stagione (cavoliceddi, borragine, cicoria selvatica)
4 cipollotti
50 ml di vino bianco 2 cucchiai di vino vecchio o Sherry
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
difficoltà 1/5 | tempo 3 ore (escluso l’ammollo delle fave)
Mettete a bagno le fave per almeno 8 ore.
Soffriggete in olio ben caldo i cipollotti tagliati a metà. Appena sono ben tostati, sfumate con il vino.
Aggiungete le fave ai cipollotti insieme ad abbondante acqua calda e cuocete per almeno 2 ore.
Mondate e lavate le verdure e cuocetele in una pentola di terra- cotta con un dito d’acqua. Appena le verdure sono tenere, sono pronte. Frullatele con un mixer a immersione e, se lo possedete, filtratele con un setaccio fine, in modo da ottenere una purea verde.
Quando le fave si saranno praticamente sciolte e saranno di- ventate un purè, aggiungete nel tegame del macco le verdure setacciate. Girate con forza e finite di cuocere per altri 5 minuti aggiungendo un goccio di vino vecchio.

 

vino
Chardonnay Doc Sicilia
olio
Olio extravergine d’oliva denocciolato /Nocellara del Belice Dop Val di Mazara

Si mangia caldo con ricotta salata e olio, come fosse una zuppa. Oppure potete optare per un gioco di temperatura interessan- te: mettete delle fette di ricotta nel freezer; una volta che sarà surgelata, tagliate la ricotta a listarelle e servite il macco caldo sulla ricotta fredda. Tempo che il piatto sarà arrivato a tavola, la ricotta si sarà ammorbidita.

IMG_1182

IMG_1184

IMG_1188

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+Pin on Pinterest