Su DoctorWine: “La cucina di Casa Planeta”

Su DoctorWine:

La cucina di Casa Planeta
di Livia Belardelli 30-12-2014

È una storia di tradizione e famiglia, uno spaccato di vita siciliana che nasconde, dietro piatti succulenti della cucina isolana, persone e caratteri.

È una dimensione altra, fatta di mare e campagna, vulcano e profumi inebrianti, che attira e appassiona Elisia Menduni, giornalista enogastronomica, voce narrante de Sicilia – La cucina di Casa Planeta, edito da Electa. Ma qui, come in un impasto omogeneo ed equilibrato, la dimensione isolana si mescola con il racconto di una famiglia. Così questo “libro di ricette” acquista un valore diverso e più profondo, quello di “album di fotografie di famiglia” dipingendo da un lato la Sicilia culinaria e dall’altro la tradizione gastronomica di una solida famiglia siciliana del vino, appunto, i Planeta.

Il libro è il risultato di due anni intensi di avvicinamento delicato e discreto, in punta di piedi, all’interno di un nucleo familiare giustamente geloso della propria tradizione ma al contempo desideroso di condividerla e raccontarla nel modo giusto. “Un rito di passaggio” dice Elisia Menduni, un “esame” fatto di prove culinarie ai fornelli con Diego Planeta per dimostrare di non essere una “giornalista da scrivania”

 

e per guadagnarsi quel passaporto di intimità che le ha permesso di accedere ai quaderni di ricette gelosamente custoditi dalle tre zie di Casa Planeta, Anna Maria, Carolina e Marina.

Sfogliando le pagine ci si inoltra dunque in una mappa culinaria, in un viaggio di vigna in vigna, in sei tappe nelle aree vitivinicole della famiglia: da Menfi a Sambuca di Sicilia, da Vittoria a Noto, dalla zona dell’Etna fino a Capo Milazzo.
Tantissime le ricette, tutte impreziosite non solo da foto di piatti e paesaggi mozzafiato che ritraggono un’isola struggente e bellissima ma soprattutto da un fil rouge che è il racconto garbato di abitudini e tradizioni della famiglia Planeta.

Si scopre così l’aglio a mare, un artificio linguistico che Diego Planeta riferisce così: “A casa nostra dominavano due tipologie di gusto: quello di mia madre dove l’aglio e il fegato erano banditi. E il gusto di mio padre dove tutto era concesso. Ha sempre vinto mia madre.

Da allora cucino tutto con l’aglio “a mare”, ovvero senza aglio”.
Si scopre ancora il Macco di fave che, racconta Francesca Planeta, resta per lei quasi una madeleine proustiana, sapore evocativo delle serate della sua infanzia quando il papà ne cucinava pentole intere.

Trai racconti della famiglia e lo sfondo della terra siciliana si susseguono 100 ricette suddivise per zona. Eccone solo un assaggio. Arancine ripiene, caponata, biancomangiare e cassata della zona di Menfi e Sambuca; Melanzane alla parmigiana e risotto al Cerasuolo da Vittoria, involtini di Tuma e falsomagro (arrosto ripieno) a Noto; porcini fritti e zuppa di erbe spontanee dall’Etna; calamari ripieni, stoccafisso alla messinese, involtini di pesce spada nella più marittima Capo Milazzo. Vari livelli di difficoltà e l’impronta intensa dello stile di cucina dei Planeta al quale si aggiunge un triplo abbinamento. Ad ogni piatto infatti sono abbinati due vini e un olio di Casa Planeta. Un primo abbinamento con un vino più “canonico” e tradizionale scelto tra le etichette aziendali e un secondo con un vino alternativo, più inconsueto e particolare. Non manca infine l’olio, altra produzione di famiglia, che imprime a questi piatti già fieramente e visceralmente siciliani un tocco ulteriore di sapore isolano.

 

SICILIA. LA CUCINA DI CASA PLANETA
Di Elisia Menduni. Fotografie di Adriano Brusaferri
Mondadori Electa, Milano, 2014
248 pagine
29 Euro
Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+Pin on Pinterest