Arancine di riso ripiene di carne

casa-planeta

ingredienti
per circa 25 arancine

per il riso
500 g di riso Carnaroli
1 litro d’acqua
125 g di burro
35 g di cipolla
1 costa di sedano
1 carota
5 g di zafferano
50 g di Grana Padano Dop
sale

per il ripieno

600 g di polpa
di manzo a cubetti
500 ml di salsa
di pomodoro
1 kg di cipolla
200 g di concentrato
di pomodoro
100 ml di vino vecchio
100 g di piselli
300 g di Primosale
150 ml di olio
extravergine d’oliva
cannella macinata
sale
pepe

per impanare
farina 00
2 uova sbattute
200 g di pangrattato
difficoltà 4/5 | tempo 2 ore
In una pentola capiente, portate a ebollizione l’acqua con il sale e la cipolla, il sedano e la carota. Abbassate il fuoco e cuocete a fiamma bassa per almeno 30 minuti. Una volta ottenuto un leggero brodo di verdura, filtratelo. Aggiungete lo zafferano, lasciate che il brodo si colori e unite il riso. Cuocete a fiamma medio-alta, fino a completo assorbimento del brodo: il riso sarà al dente.

Versatelo in una teglia larga, aggiungete il burro e il Grana Padano grattugiato, amalgamate e fate raffreddare velocemente.
Preparate il ripieno rosolando la carne nell’olio d’oliva e aggiungendo la cipolla tritata finissima. Sfumate con il vino e unite la salsa e il concentrato di pomodoro. Regolate di sale, pepe e cannella e lasciate cuocere a fuoco lentissimo. Quando la carne si sfalda con una forchetta, aggiungete i piselli precedentemente lessati e infine il Primosale tagliato a cubetti piccolissimi. Formate le arancine stendendo uno strato sottile di riso sul palmo
della mano, leggermente bagnato. Mettete al centro del riso una piccola dose di ripieno e richiudete formando delle palline.
È importante che il ripieno sia i due terzi del peso dell’arancina, mentre il riso un terzo.
Inumidite esternamente le arancine con acqua, poi passatele delicatamente nella farina, nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato.
Friggetele in abbondante olio bollente, servitele calde.

 

 

 

vino
La Segreta Bianco Doc Sicilia
Cerasuolo di Vittoria Docg

Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+Pin on Pinterest